Home COMPARTI AGRICOLTURA La Stevia, una pianta che fa smettere di fumare e dolcifica la vita dei diabetici

La Stevia, una pianta che fa smettere di fumare e dolcifica la vita dei diabetici

0
0

La coltivazione di stevia é arrivata anche in Sicilia dove é possibile avere 3 raccolti all’anno. Otto imprenditori hanno firmato un contratto che gli permetterà di realizzare 18.000 euro ad ettaro coltivato con questa pianta officinale. 

Uno dei problemi fondamentali di chi decide di smettere di fumare è il soffrire dei sintomi legati all’astinenza da nicotina, la principale responsabile di questa tossicodipendenza. Esiste però una pianta che sembrerebbe avere il potere di diminuire i sintomi di astinenza e quindi il desiderio di fumare, sto parlando della stevia rebaudiana o, più semplicemente stevia, una pianta che fa parte della famiglia dei crisantemi. La stevia è originaria del Paraguay e molto spesso viene usata come dolcificante naturale in alternativa allo zucchero o al miele.

La stevia è reperibile in forma liquida in tutti i negozi di alimenti naturali o supermercati. Quando acquistate la stevia accertatevi che si tratti di stevia naturale al 100% e che non sia diluita con altre sostanze.

Come assumere la stevia per diminuire la voglia di fumare?
Applicate alcune goccia di stevia sulla lingua ogni volta che si avverte il desiderio di fumare. Il numero di gocce varia in base al prodotto che acquistate (controllate sempre il foglietto illustrativo). Questo semplice trucco è per alcuni molto efficace per eliminare, o almeno diminuire, il desiderio di accendere una sigaretta. Se, invece, riuscite a procurarvi delle foglie fresche di stevia, basterà masticarne una ogni volta che si avvertirà il desiderio. L’importante è non superare le 7/8 foglie al giorno. Il miglior integratore di stevia in gocce, selezionato, usato e raccomandato dal nostro Staff di esperti, lo potete trovare qui: https://amzn.to/2JZUOve

Altri usi di questa pianta “miracolosa”
La stevia è uno dei dolcificanti naturali ipocalorici più conosciuto e si estrae dalle foglie di una pianta chiamata Stevia Rebaudiana. Nelle foglie di Stevia sono stati trovati diversi composti dolci, i principali sono lo stevioside e il rebaudioside: entrambi hanno potere dolcificante 100 volte superiore a quello dello zucchero. Inoltre la foglia di stevia contiene proteine, fibre, ferro, fosforo, calcio, potassio, sodio, magnesio, zinco, rutina (un flavonoide con proprietà antiossidanti), vitamina A e vitamina C.

La stevia ha praticamente 0 calorie ed allo stesso tempo un elevato potere dolcificante:

  • le foglie tritate in polvere sono 30 volte più dolci dello zucchero bianco;
  • l’estratto in polvere 300 volte;
  • il concentrato liquido da estrazione acquosa e/o idroalcolica circa 70 volte.

La Stevia non altera la glicemia e, dopo parere medico, può essere consumata dai diabetici. Potrebbe leggermente modificare il sapore del cibo o della bevanda.

La coltivazione della stevia é sbarcata in Sicilia. La coltivazione di stevia, la piantina aromatica originaria del Sud America, coinvolge itto aziende dell’Isola della provincia di Agrigento e di Trapani. Le aziende agricole siciliane, infatti, hanno chiuso un accordo con Stevia Natura, società francese proprietaria dell’unico impianto di estrazione in Europa che acquisterà tutta la produzione.

A metterle insieme è stato l’agronomo Massimo Somaschini, che ha ideato il piano agro-industriale che prevede l’utilizzo di piantine ibride di stevia, un disciplinare agronomico controllato anche da una rete “in cloud” di centraline per il rilevamento dei dati agronomici e climatici ed il conferimento del raccolto.

Quello della stevia è un mercato al quale stanno puntando tutte le più grandi multinazionali del comparto alimentare e che potrebbe arrivare anche a 17 miliardi di dollari nel 2020. La coltivazione ha una durata quadriennale in cui è possibile realizzare anche tre raccolti all’anno ad alta concentrazione di prodotto, il tutto a fronte di un investimento iniziale abbastanza ridotto (dieci-quindicimila euro per ettaro).

Perché non coltivarla a casa?
Ora che hai scoperto questa fantastica qualità della stevia, perché non coltivarla a casa? E’ facile anche per chi non è esperto di giardinaggio, leggi qui: Come coltivare la stevia a casa in un vaso

Noi NON promuoviamo  l’uso,  NON sponsorizziamo, NÈ siamo legati ad alcuna azienda o prodotto. Per ogni tipologia di principio attivo, il nostro Staff seleziona solo le notizie che ritiene piú attendibili, a prescindere dalla marca e vita a fine articolo la fonte. Inoltre vi invitiamo sempre a prendere con le pinze ogni notizia che possa influire con la Vostra salute e vi invitiamo aparlarne con il vostro medico di fiducia, che é la persona idonea a fornirvi i consigli piú appropriati.

Fonte: https://medicinaonline.co

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.