Home ISTITUZIONI BANDI Vino, circa 36 milioni di euro per 951 aziende

Vino, circa 36 milioni di euro per 951 aziende

0
0

In arrivo quasi 36 milioni di euro per le aziende vitivinicole siciliane. Sono quelli dei bando dell’Ocm vino per la “Ristrutturazione e riconversione dei vigneti per la campagna 2018-2019” e per la “Promozione nei Paesi terzi” di cui sono state di recente pubblicate le graduatorie sul sito dell’Assessorato regionale all’Agricoltura.

Sono 951 le aziende e i produttori dell’Isola che potranno beneficiare di un finanziamento complessivo derivato da una misura europea a regia mista ministero-regioni di trenta milioni di euro per l’ammodernamento e l’aumento di superficie (limitata) dei propri vigneti. «L’intervento si inserisce in un percorso che punta al miglioramento qualitativo e per un maggiore appeal del prodotto siciliano sul mercato nazionale ed estero. Le uve provenienti dai vigneti realizzati attraverso la misura di riconversione e ristrutturazione, infatti, saranno destinate solo ed esclusivamente alla produzione di vini Doc e Igt», afferma in una nota il presidente della regione, Nello Musumeci.

In graduatoria ci sono i progetti presentati da singoli imprenditori con superficie minima di un ettaro e massima di 12 ettari o progetti presentati da piccole cooperative, società semplici, società di persone e società di capitale per una superficie minima di 2 ettari e massima di 25 ettari. Diversi i parametri degli impianti da realizzare nelle zone ad alta valenza ambientale e paesaggistica: per progetti singoli, superficie minima 0,30 e massima 12 ettari; per progetti presentati da piccole cooperative, società semplici, società di persone e società di capitale la superficie minima  è di 1 ettaro, quella massima di 25.

Sul sito web istituzionale del Dipartimento regionale per l’agricoltura dell’Assessorato dell’Agricoltura la graduatoria è ancora quella provvisoria ed è possibile trovare sia l’elenco delle ditte escluse, con le relative motivazioni, che quelle ammesse al finanziamento. Entro venti giorni, naturali e consecutivi, dallo scorso 14 novembre, giorno in cui sono stati pubblicati sul sito internet dell’Assessorato la graduatoria provvisoria e l’elenco degli esclusi, potranno essere presentati eventuali ricorsi. Questi devono essere esclusivamente ed inderogabilmente indirizzati all’Assessorato dell’Agricoltura, dello Sviluppo Rurale e della Pesca Mediterranea – Dipartimento Regionale dell’Agricoltura – Servizio 2 “Colture vegetali e mediterranee”– U.O. S2.02 “Interventi Ocm vitivinicola”, Viale Regione Siciliana 2771, 90134, Palermo. Non farà fede il timbro postale e non si terrà conto dei ricorsi trasmessi ad altri uffici dell’Assessorato.

Via libera anche alla graduatoria relativa alla promozione del vino in undici Paesi, tra i quali Stati Uniti, Canada, Svizzera, Giappone e Cina, che rappresentano i principali mercati extra europei d’interesse per la commercializzazione ed esportazione del prodotto siciliano. In questo caso, sono quindici i progetti finanziati e presentati da Ats, singole cantine, associazioni e consorzi di tutela, e due gli esclusi. Il tutto per un valore di 5,6 milioni di euro e circa novanta imprese coinvolte oltre al Consorzio Doc Sicilia.  Entro sette giorni dal ricevimento della pec con cui viene notificato il provvedimento ai partecipanti all’invito, gli interessati dovranno comunicare se accettano o no il contributo. I partecipanti all’invito che sono stati ammessi, per i loro progetti riceveranno un contributo pari al 50% delle spese sostenute per realizzarli. Non potranno ricevere più di 3 milioni di euro, a prescindere dall’importo totale del progetto presentato, con contributo minimo che non può essere inferiore a 50 mila euro per Paese terzo o mercato del Paese terzo ed a 100 mila euro nel caso di progetto destinato a un solo Paese terzo.

I quasi tre milioni di euro che non verranno utilizzati, sugli 8,4 milioni di euro previsti dal bando, saranno destinati ad altre misure dell’Ocm vino. «Il settore vitivinicolo – aggiunge l’assessore all’Agricoltura Edy Bandiera – costituisce uno dei comparti di maggiore traino nell’ambito del Pil agricolo della Regione. Le risorse dell’Ocm vino costituiscono un efficace sostegno per l’ammodernamento e la competitività del settore».

LEAVE YOUR COMMENT

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.